Vol.11- Jung

“Dobbiamo anzitutto accompagnare il paziente lungo la via della sua malattia, la via del suo errore, che acuisce ancor più i suoi conflitti e accresce il suo isolamento fino a renderlo insopportabile, nella speranza che dal profondo della psiche, dalla quale proviene la devastazione, spunti anche il rimedio che lo salverà.
… E’ come se, al momento culminante della malattia, l’elemento distruttivo si tramutasse in elemento guaritore. Questo è dovuto al fatto che i cosiddetti archetipi si sono risvegliati a vita autonoma prendendo su di sé la guida della personalità psichica in luogo dell’Io prigioniero delle sue impotenti voglie e tendenze. … Ritrovato l’accesso alle fonti della vita psichica, il malato comincia a guarire.”
(C.G.Jung – Opere Vol.11 )

Bellezza

Tempo

L’età d’oro

La vecchiaia comincia nel momento in cui il tuo attaccamento al passato supera la tua eccitazione per il futuro.
Alan Parisse

Giornata mondiale della Terra

Pazienza

Sentirsi a casa

Coscienza e opinione

metamorfosi

Ogni istante…