Attacco di panico ( 2 parte): conseguenze e trattamenti.

Partendo dal presupposto che vi sia una correlazione tra pensieri, comportamenti ed emozioni, ne deriva il fatto che le nostre reazioni emotive dipendano dal modo in cui interpretiamo le diverse situazioni e dal modo in cui diamo significato agli eventi quotidiani.
Ne deriva che molti dei nostri problemi siano mantenuti in vita dal modo in cui pensiamo e dal nostro modo di agire.
Andando a lavorare sulla consapevolezza del ruolo dei pensieri e della loro errata interpretazione, combinata con alcune tecniche comportamentali, la persona può confrontarsi con le propria situazioni ansiogene e paure.
La terapia cognitiva e comportamentale e utilizzata per affrontare problematiche come: depressione, fobia, ansia, sensi di colpa, disturbi del sonno e disturbi post traumatici da stress.
Queste terapie, quindi, sono indicate nella risoluzione dei disturbi da attacco di panico.

Dott.ssa Sonia Costalla

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.